Safty Blues anch’io

Il recital Safety Blues sbarca a Bologna il 24 maggio e sarà parte di  IPAF Anch’io l’evento più importante del 2018 rivolto agli operatori dei lavori in quota: costruttori di mezzi per il sollevamento di persone, noleggiatori e società di servizi.

L’evento, organizzato da IPAF l’autorità mondiale del sollevamento aereo, si svolgerà nella cornice dell’hotel Savoia Regency e vedrà coinvolte molte delle più importanti figure del settore. Un settore che, anche recentemente, viene toccato da incidenti anche mortali. Uno di questi è Michele Trombello, responsabile di una importante società di noleggio di piattaforme aeree, un vero professionista del settore, scomparso per un incidente durante una fiera nel 2002. Trombello è stato colpito dal gancio di una gru movimentata presso uno stand, che stava per investire un bambino. Il gesto istintivo di spingere il bambino fuori dalla traiettoria del gancio gli è costato la vita, salvando quella del bambino. Sarà proprio la storia di Trombello a concludere questa edizione di Safety Blues.

Il tema degli incidenti è da sempre caro ad IPAF che nel 2012 ha istituito una banca dati per raccogliere e analizzare tutti gli infortuni causati dall’utilizzo improprio o poco prudente delle attrezzature di lavoro aereo alo scopo di informare e formare al loro più corretto e sicuro utilizzo. Nel corso degli anni, infatti, le informazioni raccolte hanno evidenziato come spesso fretta a poca attenzione siano alla base della maggior parte di questi spiacevoli avvenimenti. Ogni anno IPAF stila un report accurato sulle cause della mortalità legata all’utilizzo delle piattaforme aeree, aggiornando le buone prassi per portare il rischio a zero.

Portare Safety Blues di fronte a una platea così focalizzata su queste tematiche, dal datore di lavoro al responsabile di produzione, dal noleggiatore al costruttore, dall’istruttore al responsabile di cantiere, ci permette di sensibilizzare direttamente gli attori del settore, perché gli incidenti possono succedere ma non è più accettabile che nel 2018 siano in aumento, anziché diminuire. Troppo spesso sono causati da distrazioni che possono semplicemente essere evitate: fermarsi e ragionare in modo anche poetico sulla sicurezza e sulle possibili conseguenze delle nostre azioni, limiterebbe di gran parte il verificarsi di molti incidenti.

Siamo felici che una federazione internazionale, con sedi in 15 Paesi, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per il suo costante impegno nella formazione e lo sviluppo di un programma per lavorare in sicurezza abbia capito e creduto in uno spettacolo che si pone come obiettivo sensibilizzare e far ragionare in modo profondo su un argomento ancora troppo spesso tabù per una società come la nostra fondata sul lavoro in cui di lavoro nessuno dovrebbe morire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...